I LUOGHI COMUNI: CACCE AL TESORO E MAPPE AFFETTIVE

Ci è sembrato importante raccontare, descrivere e documentare i primi giorni di questo straordinario anno scolastico. Le bambine e i bambini della classe prima A della Scuola Virgilio di Mestre, come tanti loro coetanei, sono ritornati a scuola dopo mesi trascorsi a casa: lunghe giornate passate insieme ai genitori, ai nonni alle baby sitter, con poche occasioni di incontro tra loro e rare possibilità di socializzazione. Inoltre, il rientro tra le pareti scolastiche è coinciso con la nuova avventura della scuola primaria. Una scuola primaria alquanto “speciale”, tra mascherine, distanziamento, vincoli e norme per garantire in sicurezza e salute la possibilità di stare insieme. Raccontiamo, allora, le prime esperienze di questa classe che, con cautela, ma anche con curiosità e desiderio di imparare si apre al mondo.

DIDATTICA DELLA RICERCA

I bambini e le bambine arrivano a scuola spinti da una grande curiosità verso ciò che li circonda. La scuola tradizionale mortifica questo patrimonio di motivazione distribuendo informazioni già masticate e digerite dal manuale. Per costruire conoscenza significativa proponiamo di abbandonare la falsa sicurezza del testo unico e addentrarci nella vera incertezza del sapere, cercare insieme le risposte alle grandi domande dei bambini nell’enciclopedia del mondo e nella ricchezza della biblioteca di classe, costruita con l’adozione alternativa.

Sull’O.M. e sulle Linee guida per la valutazione nella scuola primaria

La nuova normativa sulla valutazione degli apprendimenti nella scuola primaria potrebbe segnare una svolta La nuova normativa sulla valutazione degli apprendimenti nella scuola primaria potrebbe segnare una svolta. È forse la prima volta che nello stesso documento ministeriale sulla valutazione viene proposto un percorso metodologicamente corretto e troviamo parole come: metacognizione, autovalutazione, strumenti… Le novitàContinua a leggere “Sull’O.M. e sulle Linee guida per la valutazione nella scuola primaria”